Milan

Correre per le stazioni. Camminare per i navigli di notte, in un’aria d’estate, tra luci di un giallo stanco. Curiosare dietro le scene dopo che lo spettacolo si è concluso. Camminare sui resti della festa, tra bottiglie, intrecci colorati e volantini su binari in attesa. Calpestare parole lungo l’acqua, perdere treni, bus, sonno. Contare gli alberi, i rami, i fiori che nascono mentre l’asfalto corre sulle radici. Scoprire sentieri inconsueti, appropriandosi dei silenzi in cui si espandono le menti. Iniziare a sognare quando il cielo apre gli occhi per poi dormire sull’erba profumata di sole.

Altre prospettive sono possibili. Luci diverse illuminano mondi e modi nuovi di pensare. 

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s